NOI NON ABBIAMO MAI SOTTOSCRITTO NE’ TANTOMENO SOTTOSCRIVEREMO PROTOCOLLI LIMITATIVI DELLE LIBERTA’ E DEI DIRITTI SINDACALI CHE SONO DIRITTI DEI LAVORATORI IN PRIMIS, E NON DEI FUNZIONARIATI SINDACALI.

dal Bollettino Operai n.3 18/02/16 organo dei cobas Fincantieri

Di conseguenza dobbiamo essere chiari: il disinteresse generale dei lavoratori verso le porcate ed i fascistosismi che stanno avvenendo e che mettono in serio dubbio la stessa tenuta democratica del nostro Paese, è a danno degli stessi lavoratori, poiché il diritto sindacale si è affermato come strumento dei lavoratori e la sua limitazione aumenterà il processo di degenerazione politico e sindacale in atto nel Paese. Pertanto non possiamo comprendere come dei compagni possano ancora pensare di essere utili alla classe operaia presentandosi in liste sindacali fedeli al Protocollo di Confindustria del 14-1-2014. Forse questi compagni hanno scarsa memoria storica su come è stato costruito il ventennio fascista di negazione della libertà, razzismo e sfruttamento, da parte dei padroni e dai loro servi e sul sangue che si è dovuto versare noi lavoratori per riaffermare i diritti di sciopero e sindacali ? Fin dagli scioperi del marzo 1943 (e qui alla Breda, anche attraverso il sangue degli operai nel 1955) e quindi attraverso la tappa dello Statuto dei lavoratori e le lotte che lo hanno preceduto e seguito, si è sempre e comunque legittimato lo strumento dell’Assemblea dei lavoratori che eleggevano i propri delegati. Con le leggi della “concertazione” del 1992-1993, si sono imposti dittatorialmente dei rappresentanti sindacali eletti su lista preconfezionata dalle organizzazioni sindacali, ma la critica dei sindacati di base è stata forte e i sindacati che portano il nome dei “Cobas” (COMITATI DI BASE) oggi sono in crescita, portando di nuovo la critica alla logica della rappresentanza “dall’alto”. Ed ecco che … fatalità, arrivano i protocolli “monopolistici” dei confederali.
Slai Prol Cobas

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in NEWS. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...