comunicato stampa CONTRIBUTI DI OLIVI ALLA DANA DI ARCO: NIENTE DI BUONO PER GLI OPERAI

comunicato stampa
CONTRIBUTI DI OLIVI ALLA DANA DI ARCO: NIENTE DI BUONO PER GLI OPERAI

Da quanto riportato dai quotidiani locali nei giorni scorsi, il progetto di collaborazione tra la Dana e la Bosh relativo alla progettazione e produzione di macchine operatrici ad elevato valore aggiunto, è diventata l’ennesima occasione per la distribuzione di lauti contributi provinciali: quasi 5 milioni di euro. Questo progetto, supportato dalla provincia di Trento si inserisce in un quadro di accentuazione della tendenza alla terziarizzazione dell’industria trentina, infatti si prevede l’assunzione di 76 unità di personale tecnico legato alla ricerca ed alla sperimentazione di laboratorio. Gli operai delle fabbriche del Trentino si trovano oggi di fronte ad una forbice che è costituita da un lato dalle politiche di delocalizzazione produttiva innescate dalle aziende nazionali e multinazionali ancora presenti che comporta o la fuori uscita dal Trentino o la concentrazione dell’attività in ricerca, servizi e più elevate tecnologie e, dall’altro, dall’indirizzo della politica provinciale marcatamente indirizzata alla terziarizzazione nel comparto dell’industria. Tutto questo significa una sola cosa : meno produzioni industriali in trentino e meno posti di lavoro per gli operai. La vicenda Whirlpool, con la chiusura della fabbrica dopo anni di contributi provinciali, è solo un esempio limite di una situazione che si va mediamente affermando in provincia di cui un esempio è la stessa Luxottica di Rovereto che vede a pur fronte di crescenti entrate un processo di molecolare delocalizzazione di singoli processi produttivi. Gli operai Dana dunque non hanno nulla da guadagnare dai nuovi contributi provinciali, in quanto una più avanzata terziarizzazione di quest’industria non solo non si tradurrà tendenzialmente in più posti di lavoro per gli operai ma, viceversa, gli stessi operai saranno, appena possibile, sostituiti da ricercatori e tecnici, con conseguente ulteriore precarizzazione della propria condizione occupazionale e lavorativa. Le vicende degli ultimi anni alla Dana dimostrano d’altronde proprio questo: a fronte dei contributi provinciali, la Società non ha certo evitato di mettere in più occasioni gli stessi operai in cassa integrazione, non ha evitato di assumere e licenziare lavoratori precari, con contratto interinale o a tempo determinato, soprattutto non ha evitato l’aumento dei ritmi e dei carchi di lavoro e la costante violazione della dignità dei lavoratori, in particolare nei confronti di quelli più attivi nella difesa degli interessi operai. In sintesi i contributi in denaro pubblico regalati da Olivi, al di là dell’immagine che si vorrebbe dare e che sembra anche, guarda caso, conforme a finalità elettorali, non eviteranno nuove richieste di cassa integrazione e non garantiranno ritmi di lavoro più umani, più occupazione operaia, più sicurezza per il loro futuro occupazionale, più riconoscimento e salvaguardia dei loro diritti e della loro dignità. E’ questo un ulteriore buon motivo che, come Slai Cobas Dana e come Slai Cobas provinciale, ci spinge, proprio in vicinanza delle prossime elezioni provinciali, ad invitare gli operai Dana ad aderire alla proposta emersa dagli operai della Malgara e procedere con la restituzione al mittente delle schede elettorali visto, che in provincia non esistono partiti che si interessino realmente alla condizione di vita e di lavoro degli operai e degli altri strati sociali meno privilegiati.

Sergio Mattiello RSU Slai Cobas Dana ARCO

Sebastiano Pira resp.prov.le Slai Cobas del Trentino

cell. 3482448231

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...