TRENTINO: Appello allo SCIOPERO GENERALE ed alla manifestazione di mercoledì 14 novembre 2012

Appello allo SCIOPERO GENERALE ed alla manifestazione di mercoledì 14 novembre 2012

CORTEO A TRENTO CON CONCETRAMENTO  DAVANTI A SOCIOLOGIA VIA VERDI h 9.30


Il 14 novembre 2012 una moltitudine di operai, lavoratori, studenti, precari e dis/inoccupati, cittadini invaderà le vie e le piazze di Grecia, Spagna, Portogallo e altre ancora, vessata e perseguitata da una crisi prodotta tanto da un sistema basato sullo sfruttamento, quanto dalla prepotenza delle classi dirigenti (indifferentemente di centro, di destra, di “sinistra”!) che governano i vari Paesi dell’U.E. al servizio dei capitale e della finanza “nazionale” ed internazionale. In tutta Europa è in corso una vera e propria guerra sociale e politica intesa a far precipitare gran parte dei lavoratori e della popolazione in uno stato di completa subalternità: licenziamenti, cancellazione dei diritti e delle libertà democratiche e sindacali, riduzione dei redditi, disfacimento dei servizi pubblici!
Anche in Italia i lavoratori e gli strati popolari sono stati duramente colpiti dall’offensiva dei padroni grandi (FIAT in testa) e piccoli, dalle politiche poste in atto dai vari governi di centro-destra, centro-sinistra o “centro-tecnici”. Tutto ciò è potuto accadere grazie al colpevole silenzio e, spesso, all’esplicito apporto di CGIL, CISL e UIL, ma anche per il sostegno di una sedicente Sinistra (si pensi alla cd. LEGGE TREU che ha aperto la strada alla precarizzazione dispiegata del lavoro dipendente), sempre pronta a sacrificare gli interessi dei lavoratori a quelli dei padroni, delle centrali cooperative e della finanza italiana ed europea, come attesta tra l’altro la gestione dei fondi pensione dei lavoratori.
L’autonomo Trentino dellaiano non è da meno. Alle poche misure sociali spacciate come moderni sistemi di “welfare” nordeuropeo, seguono vergognosi e continui finanziamenti pubblici alle imprese ed alle centrali cooperative sotto le più disparate forme. E’ denaro pubblico sottratto alle pensioni dei lavoratori (si pensi alla cassa integrazione) ed alla comunità, che non serve a produrre né occupazione né reddito di cittadinanza, ma incrementa solo le ricchezze dei già ricchi. E CGIL, CISL e UIL guardano, elogiano, acconsentono. Loro, per continuare ad esistere, hanno bisogno di SEMBRARE, NON DI ESSERE sindacati.
S.B.M. e S.L.A.I./COBAS del Trentino proclamano lo SCIOPERO GENERALE per il 14 NOVEMBRE 2012, condividendo a pieno, anche nella data della protesta, le giuste ragioni delle classi lavoratrici e subalterne d’Europa.

Trento, 9 novembre 2012
38122 TRENTO – Via Giacomo Matteotti n. 14

Sindacato di Base Multicategoriale TRENTO

S.L.A.I./COBAS del Trentino

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in NEWS. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...