IN VIDEO SU WWW.SLAICOBAS.IT LA RELAZIONE E GLI INTERVENTI: Assemblea operaia nazionale del 20 aprile 2012 – salone CdF – Alfa di Arese

Assemblea operaia nazionale del 20 aprile 2012 – salone CdF – Alfa di Arese, “contro le strategie parallele della Fiat di Marchionne e del governo Monti, per dare forza e ruolo all’opposizione operaia”:

IN VIDEO SU WWW.SLAICOBAS.IT LA RELAZIONE E GLI INTERVENTI

Visto i tempi che corrono l’indizione di un’assemblea operaia nazionale nel salone del consiglio di fabbrica dell’Alfa di Arese è stato un fatto insolito, una ‘scommessa’ di forte valore politico in quanto coincidente con una preoccupante fase di progressivo smantellamento dei rapporti di forza dei lavoratori dato dal definitivo venir meno al mandato storico della cosiddetta sinistra istituzionale e confederale, sindacale e politica – che collabora palesemente col potere padronale – e dal conseguente crollo della fiducia e della rappresentanza dei lavoratori nei suoi confronti.

La straordinaria riuscita dell’iniziativa è dovuta non solo al “fascino” del luogo in cui si è svolta: uno dei più grandi complessi industriali, un vero e proprio pezzo di storia della lotta operaia che ancora oggi, nell’era di Monti e Marchionne – in piena deindustrializzazione/speculazione finanziaria in funzione dell’EXPO 2015 – continua ad esserlo. Un’area che registra tra l’altro la forte presenza dello Slai cobas nelle aziende presenti nonché il caparbio presidio alle portinerie contro i licenziamenti – da più di un anno – dei lavoratori Innova Service (ex Alfa Romeo/Fiat). Il ‘valore aggiunto’ è stato dato innanzitutto dalla volontà, espressa quasi unanimamente dai numerosi interventi di lavoratori, forze politiche, sindacali e movimenti che hanno partecipato all’assemblea, di realizzare quelle possibili convergenze per la realistica costruzione di un polo per il sindacato di classe e per un partito di classe che faccia da argine e contraltare alle improponibili derive neo-riformistiche (oltretutto risibili per l’incalzare della crisi) che ancora persistono nei ‘luoghi comuni’ della variegata sinistra movimentista e istituzionalista.

Se Monti e Marchionne sono le due facce della stessa medaglia padronale multinazionale la tenuta operaia all’Alfa di Arese, Pomigliano e nell’insieme delle fabbriche Fiat non solo rafforza la resistenza di tutti i lavoratori sia pubblici che privati ma sarà determinante, e contribuirà comunque, alla configurazione di una possibile e necessaria prospettiva di cambiamento dei rapporti di forza, sindacali e politici, in fabbrica e nella società.

La relazione introduttiva dell’assemblea, ed i numerosi interventi, sono in pubblicazione video su http://www.slaicobas.it e http://www.youtube.com/user/slaicobas – tra gli altri:

PIERPAOLO LEONARDI segretario nazionale USB
ANGELO POZZI Rete 28 aprile CGIL – Comitato No Debito
MARCO FERRANDO portavoce nazionale PCL
MARCO RIZZO segretario CSP – Partito Comunista
MASSIMO GATTI capogruppo Lista un’Altra Provincia – PRC/PdCI (MI)
BENEDETTO NICOSIA candidato sindaco Lista Garbagnate Comunista
MIRCO RIZZOGLIO studio legale Slai Cobas

SLAI COBAS – COORDINAMENTO NAZIONALE – 24/4/2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...