ANCORA ESSELUNGA: convocazione dello Slai Cobas – con CGIL-CISL-UIL – alla trattativa nazionale COOPITAL di secondo livello

I. I magazzini generali Esselunga del nord Italia, che riforniscono delle merci tutti i centri vendita ESSELUNGA, sono ubicati a Limito di Pioltello (MI) e a Biandrate (NO) e vi lavorano oltre 2.000 operai con diverse cooperative. Quasi tutti i lavoratori di queste cooperative sono lavoratori immigrati sottopagati, senza diritti e che si rompono la schiena perchè lavorano a ritmi folli.
Lo Slai Cobas da oltre un anno ha propri iscritti nella cooperativa
COOPITAL sia all’Esselunga di Pioltello che alla BENNET di ORIGGIO e
in altri magazzini, ma la cooperativa si è finora rifiutata di riconoscere
lo Slai Cobas perchè “non firmatario del contratto nazionale”. C’è però oggi la novità della convocazione dello Slai Cobas – con CGIL-CISL-UIL – alla trattativa nazionale COOPITAL di secondo livello che si aprirà a Roma domani 19 ottobre 2011. All’ESSELUNGA il mese scorso ha aderito allo Slai Cobas la maggioranza dei 200 lavoratori del consorzio SAFRA dell’ESSELUNGA di BIANDRATE i quali, con la lotta, hanno ottenuto la restituzione di 600 euro e il diritto di cominciare a camminare a testa alta all’interno del posto di lavoro. Dopo questa lotta hanno deciso di muoversi anche diversi lavoratori del Consorzio SAFRA di Pioltello, da tempo iscritti a un altro sindacato (SiCobas). In ESSELUNGA nelle ultime settimane hanno aderito allo Slai Cobas
lavoratori di altre cooperative di Biandrate e Pioltello. Ora l’obiettivo dello Slai Cobas è di presentare una piattaforma unificante per tutti i lavoratori di tutte le cooperative dei Magazzini Generali ESSELUNGA di PIOLTELLO e BIANDRATE.

II. ESSELUNGA: 25 kg (!!) di COCAINA fra le BANANE ai Magazzini Generali dell’ESSELUNGA. Nei giorni scorsi nel magazzino di frutta e verdura del deposito ESSELUNGA
di Limito di PIOLTELLO (MI) alcuni lavoratori iscritti allo Slai Cobas e
dipendenti della cooperativa COOPITAL addetti allo scarico della merce in
arrivo all’Esselunga, hanno trovato in due casse di banane tagliate a
metà, un sacco di tela di plastica contenente 25 chilogrammi di cubetti
rettangolari pressati di cocaina in polvere bianca purissima. I lavoratori hanno avvertito il responsabile dell’Esselunga. Sono poi arrivati altri tre o quattro dirigenti e un guardiano
dell’Esselunga. Questi ultimi hanno controllato e hanno detto di aver allertato i
carabinieri. Dato che i fatti risalgono alle ore 7 del 24 settembre scorso e dato che
nessuna notizia è stata data alla stampa né dall’ESSELUNGA né da
altri, lo Slai Cobas ritiene ora doveroso divulgare ai lavoratori e alla
cittadinanza questa grave notizia.

Milano, 18 ottobre 2011 Slai Cobas – coordinamento nazionale
SLAI COBAS Sindacato dei lavoratori autorganizzati intercategoriale Sede legale: via Masseria Crispi 4 / 80038 Pomigliano D’Arco NA / Tel.
081 8037023 Sede nazionale: Viale Liguria, 49 20143 Milano / Tel. 02 8392117

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...