FIAT : COMPORTAMENTO ANTISINDACALE CONTRO I LAVORATORI E CONTRO LO SLAI COBAS POMIGLIANO

Domenica 20 Febbraio 2011 17:26

CON UNA DURISSIMA LETTERA ALLA FIAT LO SLAI COBAS STIGMATIZZA NON SOLO IL COMPORTAMENTO ANTISINDACALE PER IL RIFIUTO A FORNIRE LE DOVUTE INFORMAZIONI INCOMBENTI SU PARTE DATORIALE,  MA ANCHE “LA MALEDUCAZIONE E LA SPREGEVOLE VILLANIA DIMOSTRATA, INOLTRE ABBINATE AL GRAVE RAZZISMO ESPRESSO NEI CONFRONTI DELLA CITTA’ DI NAPOLI: ATTEGGIAMENTO RESO TRA L’ALTRO ANCORA PIU’ GRAVE IN VIRTU’ DELL’INCARICO  NAZIONALE RICOPERTO DA GIORGIO GIVA, RESPONSABILE NAZIONALE DELLE RELAZIONI SINDACALI”

LA FIAT A QUESTO PUNTO DEVE CHIEDERE SCUSA NON SOLO AI LAVORATORI DI POMIGLIANO MA ALL’INTERA CITTA’ DI NAPOLI

La “crisi di nervi” subita da Giva in conseguenza delle richieste formalizzategli da Luigi Aprea della componente RSU di Slai cobas è data dall’impossibilità aziendale a fornire concrete spiegazioni su uno strumentale piano-industriale-colabrodo che fa acqua da tutte le parti (dal punto di vista delle reali prospettive produttive, occupazionali e di mercato nonché di quelle normative, legali e contrattuali). Un piano-fantasma che ricorda da vicino la precedente boutade del piano-quinquennale-fantasma del 2003/2007 …“per il rilancio dell’Alfa Romeo di Pomigliano”…  sul quale il tempo, e troppe ‘compiacenze mediatiche interessate’, hanno steso un immeritato e pietoso velo a coprirne la vergogna.

LA PROSSIMA SETTIMANA SARANNO DEPOSITATE LE PRIME CAUSE PILOTA: SE LA FIAT VUOLE LA GUERRA, ALLORA SARA’ LA GUERRA PERCHE’ NOI DIFENDIAMO GLI INTERESSI DEI LAVORATORI E DELLE LORO FAMIGLIE CONTRO I PROSPETTATI LICENZIAMENTI DI MASSA E LE PRETESE NEO-SCHIAVISTICHE, MARCHIONNE DIFENDE LA SPECULAZIONE FINANZIARIA E BORSISTICA REALIZZATA CON LA CHIUSURA DELLE FABBRICHE ITALIANE, IL RIDIMENSIONAMENTO OCCUPAZIONALE E PRODUTTIVO E LA DELOCALIZZAZIONE, IL TUTTO ATTINGENDO AD UN PROFLUVIO DI FINANZIAMENTI PUBBLICI ED IN VIOLAZIONE DELL’ART. 41 DELLA COSTITUZIONE. MA COME FA A DIRE CHE LA FIAT “NON PRENDE UN SOLDO DALLO STATO” SE DA ANNI LE FABBRICHE SONO IN CASSA INTEGRAZIONE E LO SARANNO ANCORA PER ANNI (COMPRESE POMIGLIANO E MIRAFIORI) CON UN USO ABNORME E ‘SENZA FINE’ DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI A DISCAPITO DELLA FINANZA PUBBLICA E DEI CONTRIBUENTI?

Slai cobas – coordinamento provinciale di Napoli – Pomigliano d’Arco, 19/2/201

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...