ALTRO CHE “CANZONETTE”: I VERI PROBLEMI SONO TRA I LAVORATORI DELLE FABBRICHE, NON CERTO A SANREMO.

ALTRO CHE “CANZONETTE”: I VERI PROBLEMI SONO TRA I LAVORATORI DELLE FABBRICHE, NON CERTO A SANREMO.

Mara Malavenda dello Slai cobas invita Gerardo Carmine Gargiulo al “festival operaio” che si terrà a metà marzo a Pomigliano: ”in continuità coi suoi lavori degli anni ’70 vertenti sul sociale e l’immigrazione visti dal punto di vista operaio, oggi lo invitiamo a ‘spendersi’ nella ricostruzione del necessario circuito di ‘alterità’ culturale-politico-sindacale dalla parte dei lavoratori, che stiamo realizzando con gli operai ed altri sindacati di base contro il piano-Marchionne che, millantato come modernità, vorrebbe riportare i lavoratori nel medioevo di una moderna schiavitù”…

…”Potrebbe intervenire e cantare nella manifestazione-spettacolo che con il gruppo operaio ‘E ZEZI’, il regista Raffaele di Florio e quanti stanno aderendo e promuovendo e commissionata dallo Slai cobas, che sarà rappresentata a Pomigliano d’Arco nella metà di marzo”… “un appello in questo senso è rivolto inoltre all’intero mondo della cultura che si rifà agli interessi diretti dei lavoratori anche in occasione delle mobilitazioni in corso e confluenti nel previsto sciopero generale dei sindacati di base indetto per la prima metà di marzo con manifestazione a Roma”.

…”Ci auguriamo inoltre che Gerardo Carmine (autore della canzone “me ne vado in Canadà” che ha fatto da colonna sonora alla campagna per il “NO” dei sindacati di base a Mirafiori) vinca il ricorso ex art. 700 che si discuterà a Roma il prossimo 7 febbraio contro la sua immotivata esclusione dal festival di Sanremo. A lui va tutta la nostra solidarietà in questo ci spiacerebbe che l’esclusione possa essere dovuta all’utilizzo dei suoi testi nella citata manifestazione del sindacalismo di base che – come già fatto lo scorso giugno col NO dagli operai di Pomigliano – ha consentito l’ennesima sconfitta di Marchionne con il secco “no” degli operai delle catene di montaggio di Mirafiori. Ci dispiacerebbe se, per colpa nostra, fosse rimasto ‘vittima’ anch’egli del piano-Marchionne, e dei suoi nefasti effetti che si vanno diffondendo a macchia d’olio in tutte le direzioni”.

Slai cobas Fiat Alfa Romeo e terziarizzate – Pomigliano d’Arco, 3/2/2011

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...