HANNO ESPRESSO LA LORO SOLIDARIETA’ A PAOLO DI PINO

HANNO ESPRESSO LA LORO SOLIDARIETA’ A PAOLO DI PINO

Lo S.L.A.I. Cobas del Trentino esprime pieno sostegno e solidarietà al sindacalista Paolo Di Pino, Responsabile della R.S.A. S.L.A.I. Cobas recentemente costituitasi presso l’A.P.S.P. “Civica” di Trento e membro del direttivo Provinciale. Nei giorni scorsi il Resp. Di Pino riceveva gravi minacce al citofono della propria abitazione privata. In particolare l’autore di tale aggressione intimava al Resp. Di Pino di smetterla con la sua attività presso l’A.P.S.P. “Civica” di Trento asserendo che in caso contrario ci sarebbero state pesanti conseguenze. Lo stesso Resp. Di Pino ha subito provveduto a presentare circostanziata denuncia al fine di consentire il relativo avvio delle indagini giudiziarie.

Non saranno certo episodi come questo che ci fermeranno nella nostra attività pubblica in rappresentanza degli interessi dei lavoratori.

Riteniamo che l’esercizio dell’attività sindacale non possa e non debba venire ostacolato o represso da simili atti di evidente stampo mafioso. Come sindacato non sappiamo chi possano essere gli esecutori ed i mandanti, ma sicuramente ci impegneremo a costruire tutte le condizioni per una giusta risposta pubblica e collettiva di solidarietà e di protesta.

Invitiamo sin da adesso i diversi soggetti e le varie forze ed associazioni democratiche, politiche, sindacali e culturali, a schierarsi contro questa vile intimidazione.

TRENTO, 15/12/2010

Coordinamento Provinciale S.L.A.I. Cobas del Trentino
E-mail: slaicobastrentino@alice.it – Sito Web: http://www.slaicobastrentino.wordpress.com

BASTA CON LE INTIMIDAZIONI MAFIOSE: SOLIDARIETA’ DELLA SEGRETERIA NAZIONALE DELLO S.L.A.I. COBAS A PAOLO DI PINO
La segreteria dello S.L.A.I. Cobas esprime la massima solidarietà all’operatore socio-sanitario Paolo Di Pino Responsabile Sindacale della RSA S.L.A.I. Cobas della Casa Civica di Trento e si impegna a sostenere lo S.L.A.I. Cobas del Trentino contro queste pratiche intimidatorie e mafiose.

SEGRETERIA NAZIONALE S.L.A.I. COBAS

PIRA SEBASTIANO, RESP. PROV. LE S.L.A.I. COBAS DEL TRENTINO
Solidarietà a Paolo Di Pino. Siamo pronti a manifestare davanti alla CIVICA di TRENTO !
La Solidarietà di Fulvio Flammini
Cari compagni, care compagne,
esprimiamo la nostra solidarietà al delegato sindacale, compagno Paolo Di Pino, ed a tutta l’organizzazione S.L.A.I. COBAS per le vergognose ed intimidatorie minacce rivoltegli. Anche noi siamo convinti che tali metodi siano da qualificarsi come “mafiosi” perché colpiscono la persona fisica nel privato, cercando di esercitare in modo anonimo (quindi vigliaccamente) pressioni psicologiche al fine di indebolirne la resistenza. Alle dovute denunce deve comunque seguire una risposta pubblica e di massa per recapitare ai mafiosi un messaggio chiaro ed inequivocabile: nessun/a compagno/a si lascerà impaurire dai vigliacchi, nessun/a delegato/a sindacale si lascerà piegare dalle minacce, perché non lo lasceremo solo.
Hasta la victoria!
Fulvio Flammini – Area programmatica LA CGIL CHE VOGLIAMO  FILT/CGIL del Trentino
Solidarietà di Roland Caramelle della FILCAMS CGIL a Paolo Di Pino dello S.L.A.I. Cobas
CARI Compagni,
vi inoltro la mia solidarietà in merito all’episodio che ha colpito il vostro rappresentante sindacale e la vostra organizzazione. Spero che possiate far luce velocemente sull’accaduto.
Con stima, Roland Caramelle.
Solidarietà dei lavoratori della Coop. La Ruota di Trento
Il Cobas della Coop. La Ruota esprime il suo appoggio e la sua stima a Paolo Di Pino. Non lasceremo solo Paolo di fronte alle minacce ed alle intimidazioni mafiose.
Solidarietà dai lavoratori del porfido a Paolo Di Pino
Anche i lavoratori del porfido dell’ex-Comitato di Solidarietà con Massimo Sighel sono a fianco del sindacalista S.L.A.I. Cobas di Trento Paolo Di Pino e si dichiarano disponibili per la partecipazione ad eventuali iniziative pubbliche di sostegno.

PRC del Trentino solidale con il sindacalista S.L.A.I. Cobas Paolo Di Pino
L’attacco diretto a chi difende i diritti dei lavoratori, a chi difende i diritti dei ceti sociali deboli è sempre più pesante. Un sistema economico e sociale gestito e diretto da mafiosi, da servi indefessi del capitale, non può che usare sistemi mafiosi per fermarci. E’ necessario ed imprescindibile rispondere colpo su colpo a qualunque attacco ci verrà portato. E’ necessario creare una rete di opposizione fra tutti coloro che non accettano più la violenza del capitale. Quella che ha colpito il compagno Di Pino è la stessa violenza che si è abbattuta ieri sul corteo a Roma, è la stessa violenza che si manifesta ogni giorno e su ogni posto di lavoro contro chi si batte per i diritti dei deboli. Non rispetteremo più la legge dei mafiosi e dei venduti. Dovunque dovremo portare la rivolta, organizzare il bisogno di autonomia dal capitale. Il fossato che divide la gente dal potere è sempre più profondo, organizzare la lotta di classe per smantellare questo sistema dovrà essere il nostro primo obiettivo, unendo tutte e tutti coloro che credono che si possa veramente cambiare. Rifondazione Comunista del Trentino è vicino allo S.L.A.I. COBAS e al compagno Di Pino.
Francesco Porta
La solidarietà di Alberto Cunto e dello S.L.A.I. Cobas Marlane Marzotto
Nel registrare la notizia sull’inqualificabile gesto intimidatorio, in qualità di coordinatore prov.le per Cosenza dello  S.L.A.I. Cobas, nel respingere in modo categorico il gravissimo episodio esprimo tutta la vicinanza mia personale e dello S.L.A.I. Cobas Marlane Marzotto di Praia a Mare.
Alberto Cunto
Solidarietà del circolo Mario Pasi di Trento
Esprimo anch’io, e assieme a me tutto il circolo Mario Pasi di Trento, la mia solidarietà al grave gesto intimidatorio subito dal sindacalista dello S.L.A.I. Episodi come questo stanno aumentando di giorno in giorno contro coloro che vogliono una società non omologata al pensiero unico dominante. Atti contro uomini e donne che cercano di difendere quanto sta rimanendo dei diritti di lavoratori e lavoratrici. La situazione è sempre più grave, ma è anche grave il fatto che sia difficile trovare un’unità ed una coerenza per poter affrontare più forti queste situazioni: le ragioni sono le nostre, ma la ragione, molte a volte latita dalle nostre parti. Se volete indire una qualche riunione per farci partecipe della situazione non dovete far altro che chiederlo ed io e tutti i compagni vi staremo vicino.
Saluti, Nicola Messina

Solidarietà di Gianfranco Poliandri

A titolo personale ma sicuro di rappresentare la sensibilità di molti compagni impegnati nei Comitati trentini per l’acqua bene comune esprimo solidarietà all’operatore socio-sanitario Paolo Di Pino responsabile sindacale della RSA S.L.A.I. Cobas della Casa Civica di Trento per le minacce subite al citofono della sua abitazione a causa della sua attività nel posto di lavoro. Il compagno minacciato non si lascerà intimidire. E io parteciperò a qualunque iniziativa pubblica di informazione e protesta sarà decisa.
Gianfranco Poliandri
TRENTO: PRIMI FIRMATARI DI UN APPELLO ALLA SOLIDARIETA’ CON PAOLO DI PINO
Ci impegniamo a sostenere tutte le iniziative pubbliche di solidarietà con il sindacalista S.L.A.I. Cobas Paolo Di Pino.
Antonio Caramelle, Andrea Tomasi, David Lira, Antonio Rapanà, Giorgio Pira, Laura Visentini, Tosini Fabrizio, Fabiano Aichner, Sara Poli, Francesco Capodanno, Paolo Ducea.

Annunci

Un pensiero su “HANNO ESPRESSO LA LORO SOLIDARIETA’ A PAOLO DI PINO

  1. Care/i Compagne/i,
    oggi alle 14:15 circa mi trovavo davanti al BAR PRATI di Trento. Si è avvicinato a me il signor MICHELE OLIVIERI, sindacalista della CGIL – Funzione Pubblica del Trentino, il quale (con fare altezzoso) mi ha chiesto se corrispondesse al vero che avevo espresso solidarietà nei confronti d’un lavoratore impiegato in una casa di riposo sita in Trento. Il riferimento era al compagno PAOLO DI PINO. Appena ho dato risposta affermativa, il signor OLIVIERI mi ha accusato di non averlo interpellato preventivamente e che mi sarei dovuto informare sulla persona alla quale esprimevo la mia solidarietà, prima di comunicare in nome della CGIL (in realtà – lo scrivo per correttezza d’informazione e non per giustificarmi con alcuno – io non ho scritto nulla a nome della CGIL o della categoria FP/CGIL, bensì mi sono espresso per conto dell’area programmatica LA CGIL CHE VOGLIAMO – settore trasporti, di cui sono uno dei portavoce)! Gli ho replicato a mio modo, anche se devo amaramente constatare che lo “stalinismo” non è stato ancora consegnato al “cesso” dell’umana storia.
    Dopo questo episodio voglio rinnovare la mia solidarietà al compagno PAOLO DI PINO che dovrà guardarsi bene le spalle. Per esperienza personale, so cosa significhi avere contro padroni e sindacalisti badanti.
    PAOLO, HASTA LA VICTORIA, SIEMPRE!
    Fulvio FLAMMINI
    Area programmatica LA CGIL CHE VOGLIAMO – FILT/CGIL del Trentino
    Trento, 4 febbraio 2011

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...