TRENTO Basta morti sul lavoro: Stefano Nones ha sacrificato la propria vita per un lavoro che avrebbe dovuto dargli futuro

Trento: in ricordo di un operaio del porfido morto in un capannone a Lavis-TN

Stefano Nones ha sacrificato la propria vita per un lavoro che avrebbe dovuto dargli futuro

Un’altra vita sacrificata sul posto di lavoro si aggiunge alle oltre mille che ogni anno in Italia inesorabilmente riempiono di dolore e vuoto. Puntualmente i giornali ne danno notizia con pagine intere su come erano bravi, buoni ed impegnati in miriadi di attività questi giovani lavoratori. Forse tutte queste pagine sarebbe bene dedicarle a come sono costretti a lavorare da vivi questi lavoratori. Dentro regole concertate dalle parti sociali ( precarietà, flessibilità, produttività, lavoro sub-ordinato come lo è la maggior parte del lavoro artigiano, ecc…) che il più delle volte rendono vano qualsiasi approccio alla sicurezza e alla salute del lavoratore. Anche dalle righe dei vostri giornali lanciate anatemi alla Marchionne dove sembra che i lavoratori siano dediti solamente a scioperare per diritti oramai superati dalla modernità. Il lavoro a qualsiasi condizione. Solo due i parametri imprescindibili da tenere ben presenti, produttività e profitto per l’azienda. Salvo poi versare lacrime da coccodrillo per vite che per mantenere famiglia e pagare mutui vari devono badare a lavorare più velocemente possibile per raggiungere l’obiettivo del reddito e questo in barba a salute e sicurezza. Ma non è una libera scelta, è la condizione e la cultura imperante del denaro che ti costringe a rischiare anche la propria vita, ben conoscendo il rischio.

Distrazioni, sfortuna, guasti, come qualcuno dice, centrano poco con modi di lavorare che di umano hanno ben poco.

Esprimo solidarietà alla famiglia di Stefano Nones che ha sacrificato la propria vita per un lavoro che avrebbe dovuto dargli futuro.

 Graziano Ferrari Albiano 05/11/2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...