Sulla strage di Viareggio

 Al momento, 16 sono i morti. Decine i feriti ricoverati, di cui alcuni in condizioni disperate. Innanzitutto, esprimiamo il nostro profondo e sincero cordoglio alle famiglie delle vittime e dei feriti di questa immane tragedia In secondo luogo, dobbiamo denunciare le responsabilità e le omissioni di chi permette un simile stato di cose. E’ mai possibile far circolare in ferrovia, in mezzo alle città, queste bombe viaggianti ?! E’ mai possibile affidarsi a ditte private (in questo caso straniere) che non fanno la necessaria manutenzione ai carrelli-cisterne ?! E’ mai possibile permettere a questi treni merci di oltrepassare la frontiera senza accurati e approfonditi controlli ?! E’ mai possibile che in pochi giorni, solo in Toscana, siano deragliati 3 treni merci ?! E’ mai possibile che sempre in Toscana, in questi giorni, siano avvenuti altri 2 incidenti ferroviari (questa volta a treni viaggiatori, con un macchinista ferito al volto) ?! Incidenti ripetuti e risaputi che per la buona sorte non hanno causato morti e feriti tra i ferrovieri ed i viaggiatori come, purtroppo, è avvenuto in altre circostanze. Una storia che si ripete da anni (che i ferrovieri denunciano da anni !) e che la direzione dell’azienda Fs (con alla guida Moretti e Cipolletta) ha coperto, mascherato e falsificato, arrivando perfino ad infangare la memoria dei ferrovieri morti come responsabili degli incidenti. Sul caso di Viareggio, sono talmente scoperti, che non possono farlo; ma già stanno provvedendo a scaricare le loro responsabilità unicamente alla ditta privata. Come se chi si affida ciecamente a questi profittatori della vita di lavoratori, viaggiatori ed ora anche della vita dei cittadini, non avesse responsabilità e colpe ! Eccome se ne ha, e ne ha ancora di più quando si permette di cacciare dalla ferrovia, con il licenziamento, delegati addetti alla sicurezza eletti dai lavoratori, perché denunciano la mancanza di sicurezza in ferrovia. Da quel licenziamento, e dai provvedimenti disciplinari successivi nei confronti di altri ferrovieri, sono avvenuti altri incidenti che non fanno che confermare la giustezza di quelle denunce per prevenire effettivamente incidenti e stragi. Per questo, proprio per rispetto dei morti e di chi sta soffrendo in queste ore, dobbiamo dire la verità: è stata una strage annunciata e le solite lacrime di coccodrillo versate da lorsignori come l’infame tentativo di accollare le responsabilità ad altri (che pure le hanno) fanno veramente schifo. Per non continuare a piangere domani, organizziamo oggi la prevenzione !

Per non continuare a recriminare domani, organizziamo oggi la lotta ! Invitiamo ferrovieri, lavoratori, cittadini a partecipare all’Assemblea a Viareggio nei locali del Dlf, via Machiavelli 257, al 1° piano sopra la mensa, Venerdì 3 luglio alle ore 17.30 [30 giugno 2009]

 – Comitato di solidarietà e sostegno a Dante De Angelis – Collettivo lavoratori e lavoratrici della sanità di Massa e Versilia – Primomaggio (foglio per il collegamento tra lavoratori, precari, disoccupati)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...