PER IL PROGRAMMA DI EMANCIPAZIONE POPOLARE

PER IL PROGRAMMA DI EMANCIPAZIONE POPOLARE
EDIZIONE NR.1 – Venezia 25-04-2016 a cura di http://www. slaiprolcobas.eu/
DOPO 25 ANNI DA PRIVATIZZAZIONI, MAGGIORITARIO E CAPITALISMO LIBERISTA, HANNO CANNATO LORO ! NON SONO MEGLIO DEGLI ALTRI !
 
LA NOSTRA COSTITUZIONE INVECE HA DEI SANI PRINCIPI E BASI, REPUBBLICA FONDATA SUL LAVORO, PARI DIGNITA’, DIRITTO ALLA CASA ALLA SALUTE, SOVRANITA’ POPOLARE .
 
DIETRO LA DEMAGOGIA DELLA CRISI E L’ABBANDONO DA PARTE DI MOLTI, DEI VALORI DELL’EGUAGLIANZA E DEL PROGRESSO, UNA REALTA’ ANCORA UNA VOLTA BEN DIVERSA DALLE CANTILENE DEL REGIME E DEI PADRONI.
LA CLASSE OPERAIA C’E’ ECCOME ED E’ IN CRESCITA; LO STATO E LA SOCIETA’ SI REGGONO SU UNO SFRUTTAMENTO PARA-SCHIAVISTICO NELLA LOGISTICA E IN MOLTI CASI ANCHE NELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE MA ANCHE NEL LAVORO AGRICOLO STAGIONALE; PRECARIETA’ DIFFUSA E IL LAVORO NERO NELL’EDILIZIA, NEI SERVIZI, NEL TURISMO ED IN DIVERSI SETTORI: QUESTI SONO I DATI PRINCIPALI DI QUESTA IGNOBILE SITUAZIONE.
L’ATTACCO AI DIRITTI SINDACALI NE E’ L’ASSE FONDAMENTALE ! I PADRONI ED I SINDACATI CONFEDERALI, CGIL COMPRESA, PORTANO AVANTI UNA POLITICA DI RIDUZIONE E CONTROLLO DEI DIRITTI SINDACALI !
DIFENDERE I NOSTRI VALORI OPERAI, DIFENDERE IL PRIMO MAGGIO NELLA SUA VALENZA UNIVERSALE, CI PORTA INEVITABILMENTE A LOTTARE IN PROSPETTIVA POLITICA E SOCIALE:
 
· RIPRISTINO DELLA CONDANNA PENALE PER CHI VIOLA L’ART.8 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI (ART. 8.
DIVIETO DI INDAGINI SULLE OPINIONI)
· NESSUNA LIMITAZIONE AI DIRITTI SINDACALI E IMPEDIMENTO AI LIMITI DI CUI AI “PROTOCOLLI” DI PADRONI E CONFEDERALI
· DIFESA DELLA COSTITUZIONE ED ANNULLAMENTO DI TUTTE LE LEGGI SUL VOTO E SULL’ASSETTO DEL PARLAMENTO VOLUTE DAL REFERENDUM SEGNI IN POI, CON IL RITORNO AL PROPORZIONALE.
· ABOLIZIONE DELLE DEPENALIZZAZIONI DEI REATI INERENTI LA PERSONA E QUELLI COMPIUTI DAI PUBBLICI UFFICIALI, CARCERI SEPARATE PER GLI EX PARLAMENTARI E PUBBLICI UFFICIALI ARRESTATI.
· ABOLIZIONE DELLE LEGGI ANTIOPERAIE, DECRETI SACCONI, LEGGE FORNERO, JOBS ACT – ABOLIZIONE DELLE LEGGI CONTRO LE PENSIONI – RIPRISTINO DELLE ASSUNZIONI NEL PUBBLICO IMPIEGO – ASILI NIDO GRATUITI PER LE MADRI LAVORATRICI
· RIASSORBIMENTO IN MUNICIPALIZZATE DI TUTTE LE AZIENDE DI SERVIZI PRIVATIZZATE
· BLOCCO DI TUTTE LE GRANDI OPERE PER 30 ANNI, RISANAMENTO E RIUTILIZZO DEL TERRITORIO, DIFESA DEI BOSCHI DEL MARE DELLE MONTAGNE E DEI FIUMI, DIVIETO DI RIPETITORI RADIO OLTRE I 1.200 METRI DI ALTEZZA
· TRASPORTI GRATUITI PER STUDENTI PENSIONATI ED OPERAI-E NELLE FASCE ORARIE SCUOLA E LAVORO – RIDUZIONE DEI CANONI COMMERCIALI ED ABITATIVI DEL 50% CON CONGELAMENTO DEGLI AFFITTI PER 10 ANNI, REINTRODUZIONE DELL’EQUO CANONE E SEQUESTRO PER LE ABITAZIONI SFITTE DA OLTRE 2 ANNI
· LEGGE DI CONTROLLO POPOLARE E DI LIMITAZIONE PROGRESSIVA DELLE SPESE E TECNOLOGIE MILITARI – POTENZIAMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE E SUA TRASPARENZA POPOLARE
· LIMITAZIONE DELLE POSSIBILITA’ DI DARE APPALTI A DITTE FITTIZIE E LONTANE DAL LUOGO DI LAVORO – -·ABOLIZIONE DELLE FALSE COOPERATIVE DI PRODUZIONE E COSIDDETTE SOCIALI, CHE SONO EFFETTIVE IMPRESE DI PROFITTO CHE LIMITANO I DIRITTI DEI COSIDDETTI “SOCI LAVORATORI”
·ABOLIZIONE DELL’ART.11 BIS CCNL TRASPORTO MERCI SPEDIZIONI E LOGISTICA –
· PASSAGGIO DIRETTO PER LEGGE TRA AZIENDA USCENTE ED ENTRANTE IN OGNI APPALTO

PER LA CRITICA DEL LAVORO SALARIATO

CORSO AVANZATO : 4° INCONTRO SUL CAPITALE DI MARX

Il corso è liberamente aperto a tutti gli interessati

(piano complessivo dell’incontro di venerdi’ 25 marzo, ore 20,30 Mori-TN Via Moderna 21 – c/o sede slai cobas del Trentino – Organizza Associazione Culturale Le Svolte)

 

PRIMA PARTE 1. STRATEGIE E METODI PER LO SFRUTTAMENTO DEI LAVORATORI

SECONDA PARTE 2. L’IMBROGLIO DEL CALCOLO DELL’ INDICE DI PRODUTTIVITA’ DEL LAVORO

TERZA PARTE 3. IL CARATTERE FETICISTICO DEL SALARIO

 

 

PRIMA PARE

Concetti preliminari

  • LA PRODUZIONE
  • LA VALORIZZAZIONE
  • IL VALORE DELLA FORZA-LAVORO
  • IL PLUSVALORE
  • CAPITALE COSTANTE E CAPITALE VARIABILE
  • PARTIZIONE DELLA GIORNATA DI LAVORO: LAVORO NECESSARIO E PLUSLAVORO
  • L’INDICE DI SFRUTTAMENTO (SAGGIO DEL PLUSVALORE)

 

1.1. ALLUNGAMENTO DELLA GIORNATA LAVORATIVA (ESTORSIONE DEL PLUSVALORE ASSOLUTO)

1.2. ABBASSAMENTO DEL VALORE DELLA FORZA LAVORO (PLUSVALORE RELATIVO)

1.3 RIDUZIONE DEL SALARIO AL DI SOTTO DEL VALORE DELLA FORZA-LAVORO (LA CONCORRENZA)

1.4. casi IL SALARIO GIORNALIERO

1.5. casi IL SALARIO A COTTIMO

 

SECONDA PARTE

2.1. INTRODUZIONE ALLA CRITICA DEGLI INDICI DI PRODUTTIVITA’ FONDATI SULLA CATEGORIA CAPITALISTICA DEL “VALORE AGGIUNTO”

2.2. INTRODUZIONE ALLA CRITICA DEGLI INDICI DI PRODUTTIVITA’ FONDATI SUL RAPPORTO TRA «QUANTITA’ FISICHE» (es. NEI CONTRATTI AZIENDALI: VARIAZIONE DEL NUMERO DI «PEZZI» PRODOTTI IN UN ORA, IN UN GIORNO, IN UN ANNO ecc.)

 

TERZA PARTE
3.1. L’APPARENZA DEL LAVORO COME FUNZIONE

3.2. L’IMBROGLIO INSITO NELLA CATEGORIA DEL PREZZO (O DEL COSTO) DEL LAVORO

3.3. L’APPARENZA DEL SALARIO (LA FORMA SALARIO) COME RETRIBUZIONE DEL LAVORO

3.4. LA FORMA DEL LAVORO SALARIATO OCCULTA FETICISTICAMENTE LO SFRUTTAMENTO

3.5. LA TEORIA ECONOMICA CAPITALISTICA  DEI FATTORI PRODUTTIVI

3.6. LA TEORIA DEI FATTORI PRODUTTIVI FONDA LA POLITICA ECONOMICA DELLO STATO CAPITALISTICO (DEI SUOI GOVERNI E DELLE SUE ISTITUZIONI, COSI’ COME DELLE «ISTITUZIONI» IMPERIALISTIE SOVRANAZIONALI)